Premi "Enter" per andare al contenuto

Alimenti per la colazione II PARTE, e non finisce qui!

Oggi mi sento “Giovane” insieme a queste due studentesse, Laura ed Elisa, che hanno richiesto La Spesa Non Ti Pesa. Siamo all’interno di supermercato di origine tedesca (faccio questa precisazione perchè noterete che i prodotti valutati durante la spesa non sono italiani) dove le ragazze solitamente acquistano prodotti per la colazione.

Iniziamo la spesa confrontando

  • Marmellata d’arance (si definisce così quando è fatta con agrumi, non perchè ha meno zuccheri)
  • Confettura extra di lamponi ( si definisce così quando è fatta almeno con il 45% di frutta)

Faccio subito una doverosa premessa: esiste una direttiva europea che regolamenta l’etichettatura e spiega quando un prodotto può essere etichettato “marmellata” e quando “confettura“;  queste definizioni purtroppo non bastano a chiarirci le idee dal punto di vista nutrizionale!

Marmellata d’arance- etichetta nutrizionale

Leggo l’etichetta degli ingredienti della marmellata d’arance: in grassetto viene indicata che la frutta utilizzata è il 35% del totale; che cosa ci sarà nella restante parte ?! Sciroppo di glucosio-fruttosio, come 1°ingrediente, e anche zucchero (per non farsi mancare niente!). Infatti questa marmellata è composta da zuccheri per il 49% (vedi etichetta sopra). Lo sciroppo di glucosio-fruttosio viene utilizzato sia perchè è più economico dello zucchero, sia perchè è più dolce: il fruttosio infatti ha un potere dolcificante maggiore rispetto al glucosio.

Marmellata d’arance – etichetta degli ingredienti

Nella confettura extra di lamponi la frutta utilizzata sale al 50% e infatti come 1° ingrediente leggo i lamponi; lo sciroppo di glucosio-fruttosio passa al 3° posto.  Leggendo l’etichetta nutrizionale: la percentuale di zuccheri è quasi identica tra i due prodotti, ciò che cambia è solo la derivazione degli stessi : nella marmellata derivano principalmente dallo sciroppo di glucosio-fruttosio, mentre nella confettura-extra per metà dai lamponi. Giudizio finale: promossa la confettura-extra di lamponi  perchè contiene più frutta; in generale il consiglio che lascio a Laura ed Elisa è scegliere una composta di frutta senza zuccheri aggiunti, in questo modo gli zuccheri totali scendono al 35% (non svaniscono!).

Confettura extra di lamponi- etichetta degli ingredienti
Confettura extra di lamponi- Etichetta nutrizionale

Proseguiamo La Spesa Non Ti Pesa confrontando

  • Muesli  integrale da agricoltura biologica
  • Crunchy  al cioccolato da agricoltura biologica

Chiedo alle ragazze se conoscono la differenza, mi rispondono che il crunchy è più buono! Vediamoli nel dettaglio per capire perchè e che cosa cambia dal punto di vista nutrizionale.

Muesli biologico

Con il termine Muesli si indica una miscela a base di fiocchi di cereali integrali, frutta secca e frutta disidrata (nella ricetta originaria del Dr. Bircher l’uvetta sultanina non c’è). Leggo l’etichetta degli ingredienti per valutare quanto questo Muesli possa essere considerato “originale“; in effetti gli ingredienti ci sono tutti: fiocchi di cereali integrali per un buon 70% (avena e farro integrali); a seguire la frutta disidratata: uvetta e mela e per ultima quella secca: nocciole e mandorle (sarebbe stato meglio  invertirle!). Non ci sono zuccheri aggiunti.

Muesli biologico – etichetta nutrizionale e degli ingredienti

Il termine inglese crunchy sta ad indicare la croccantezza che viene data al Muesli, in questo caso specifico, come? Aggiungendo zucchero e olio per renderlo croccante. In questo caso la parola stessa crunchy rimanda anche a delle caratteristiche nutrizionali del prodotto finito.

Crunchy biologico al cioccolato

L’etichetta degli ingredienti è bella lunga, ed è facile perdersi tra le parentesi (al cui interno vengono specificati i componenti  degli ingredienti già lavorati, come il cioccolato al latte). Gli ingredienti del crunchy sono il doppio rispetto al Muesli , e compaiono zucchero e olio di semi di girasole, rispettivamente  al 3° e al 5° posto. Ecco come cambia la composizione nutrizionale: i grassi triplicano, di conseguenza le kilocalorie aumentano, gli zuccheri salgono a costituire il 50% della fonte di carboidrati.

Crunchy biologico al cioccollato – etichetta ingredienti + nutrizionale

Come trovare un compromesso tra salute (Muesli) e gusto (crunchy)?! Semplice, ho proposto a Laura ed Elisa di partecipare al laboratorio di Ti Cucino La Dieta dedicato alla colazione per imparare a fare un crunchy casalingo!

Vuoi una consulenza sulla tua spesa? Prenota La Spesa Non Ti Pesa, qui.

Commenta questo articolo prima di tutti

Lascia un commento