Premi "Enter" per andare al contenuto

Piatti pronti a base di pesce: che cosa contengono?

Quale pesce consumi abitualmente? Sei anche tu fan dei bastoncini di pesce o dei filetti di pesce panati? In questo articolo ti spiego che cosa contiene un piatto pronto surgelato a base di pesce ed il suo valore nutrizionale.

Ti specifico che il prodotto che ho analizzato, segnalato da una mia paziente, vuole rappresentare tutta la categoria dei prodotti surgelati a base di pesce panato, indipendente dalla marca e dal produttore. Come già sai è importante leggere sia l’etichetta degli ingredienti che quella nutrizionale, vediamole in dettaglio per capire cosa c’è che non va nel pesce già pronto-panato.

etichetta degli ingredienti di filetti di pesce panati

1. Eccessivo apporto calorico. Non cadere nell’illusione che si tratti di un prodotto light perché a base di pesce: n.1 porzione contiene circa 25 grammi di grassi, l’equivalente di n.2 cucchiai e mezzo d’olio per intenderci! I grassi non provengono dal pesce ma si trovano all’interno della panatura che viene aggiunta.

2. Scarsa qualità dei grassi contenuti: in etichetta gli ingredienti sono indicati in ordine decrescente quindi olio di girasole e burro sono contenuti in maggior quantità rispetto all’olio e.v.o. che, secondo la Dieta Mediterranea, dovrebbe essere l’unico olio vegetale da consumare  quotidianamente.

etichetta nutrizionale dei filetti di pesce panati

3. Eccessivo apporto di sale: n.1 porzione copre la metà del fabbisogno giornaliero, ciò significa che nell’arco della giornata sarà molto probabile che assumerai più sale del necessario.

4. Zucchero “nascosto” nella panatura: se leggi l’etichetta degli ingredienti troverai il destrosio che è il nome commerciale del glucosio quindi zucchero. La quantità è bassa ma il punto è che non dovrebbe essere presente: se preparassi in casa dei filetti di pesce panato ti verrebbe in mente di metterci lo zucchero?!

5. Scarsa qualità del pesce utilizzato. Il merluzzo d’Alaska è una specie diversa dal merluzzo del Mediterraneo, è meno pregiato ed è pescato nell’Oceano Pacifico.

Come avrai intuito ti sconsiglio di consumare questo genere di  prodotti quotidianamente, se hai necessità di tenere in freezer del pesce sceglilo surgelato al naturale, senza aggiunta di sale nè condimenti grassi.

Ti è venuta voglia di cucinare? Leggi questa ricetta di Ti Cucino la Dieta pronta in soli 15 minuti.

  • Filetti di Sgombro all’arancia con pesto aromatico.

– Acquista lo Sgombro già pulito e tagliato a filetti (tutte le pescherie ormai forniscono anche il servizio di pulizia).

-Lascialo marinare con succo di arancia (o limone) e una spolverata di pepe o curry e un pizzico di sale.

-Cuocilo in padella per circa 5 minuti per lato con coperchio, poi toglilo e fai evaporare il liquido in eccesso.

-Nel frattempo prepara un trito di erbe aromatiche: prezzemolo-basilico-salvia-menta-erba cipollina-rosmarino, più ce n’è e meglio è! Aggiungi aglio e peperoncino fresco e frulla il tutto con olio e.v.o. per ottenere un composto denso e profumatissimo.

-Condisci lo Sgombro con un cucchiaino di pesto aromatico sopra ogni filetto, ottimo servito caldo che come piatto freddo in estate.

Ho accompagnato lo Sgombro con delle fettine di zucca tagliate molto sottili a chips, scottate al vapore e  condite con olio e.v.o., pepe e succo di zenzero fresco.

Sul blog potrai trovare altre ricette per cucinare dei piatti unici a base di  pesce azzurro.

Vuoi saperne di più? Leggi la mia guida all’acquisto consapevole di pesce.

Commenta questo articolo prima di tutti

Lascia un commento